venerdì 28 luglio 2017

GIUSEPPE NUCERA DESIGNATO ALLA CARICA DI PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA REGGIO CALABRIA

Giuseppe Nucera
Giuseppe Nucera è stato designato quale candidato alla presidenza di Confindustria Reggio Calabria dal consiglio direttivo della stessa associazione di via del Torrione.
Le operazioni di voto hanno preso il via dopo la lettura della relazione formulata dalla Commissione di designazione (composta da Giuseppe Mandaglio, Eduardo Lamberti Castronuovo e Antonio Buonafede) che nelle scorse settimane ha condotto la fase d'ascolto della base associativa poi scaturita nell'individuazione delle candidature di Giuseppe Nucera e Filippo Arecchi (attuale vicepresidente degli Industriali reggini).
L'assemblea elettiva di Confindustria Reggio Calabria, secondo quanto stabilito dal consiglio direttivo, si riunirà il prossimo 15 settembre per l'elezione del suo presidente.
Giuseppe Nucera, 67 anni, coniugato e padre di tre figlie, laureato in Scienze politiche è titolare dell'azienda associata "Tourist Services Srl" (operativa nel campo delle agenzie viaggi e tour operator) e proprietario di due villaggi turistici a Sellia Marina, in provincia di Catanzaro.
Nucera ha ricoperto numerosi incarichi all'interno del sistema confindustriale, a livello locale e nazionale, con particolare riferimento al settore turistico e alberghiero. E' componente di giunta di Assobalneari Italia, componente del consiglio generale di Unindustria Calabria in qualità di delegato territoriale di Confindustria Reggio Calabria e componente del Consiglio direttivo di Confindustria Reggio Calabria in qualità di referente territoriale della sezione turismo di Unindustria Calabria. E' stato inoltre delegato per Confindustria Calabria per Expo 2015 e componente di Giunta di Federturismo.

Ufficio Stampa Confindustria Reggio Calabria
l.d./Labecom
Reggio Calabria, 28 luglio 2017

lunedì 10 luglio 2017

REGGIO CALABRIA, V CONVEGNO GIOVANI ANCE MEZZOGIORNO “DESTINAZIONE SUD, RETI E INFRASTRUTTURE PER LO SVILUPPO DEL MEZZOGIORNO”

E’ in programma a Reggio Calabria il prossimo venerdì 14 luglio, alle ore 15, a Palazzo “Corrado Alvaro” (piazza Italia) il quinto convegno del Comitato Mezzogiorno Ance Giovani. L’iniziativa, dal titolo “Destinazione Sud, reti e infrastrutture per lo sviluppo del Mezzogiorno”, organizzata quest’anno da Ance Giovani Calabria, presieduta da Antonino Foti, intende aprire un ampio dibattito intorno al tema, considerato strategico dai giovani costruttori del Sud, degli investimenti in infrastrutture. Un comparto, quest’ultimo, che da oltre vent’anni nel Mezzogiorno fa registrare una sostanziale paralisi anche per quanto riguarda gli interventi di tipo sociale, come la costruzione di scuole e ospedali.
Il convegno, che prevede la partecipazione del senatore e presidente della commissione Lavori pubblici e comunicazioni del Senato, Altero Matteoli, si aprirà con i saluti del presidente Ance Giovani Reggio Calabria, Demetrio Pellegrino e proseguirà con l'intervento del presidente Ance Giovani Calabria, Antonino Foti e del coordinatore Giovani Ance Mezzogiorno, Federico De Cesare.
La giornata, i cui lavori saranno coordinati dalla giornalista del TG1 Francesca Grimaldi, entrerà poi nel vivo dei suoi contenuti che verranno affrontati in tre specifiche sessioni tematiche. Nella prima, dal titolo “Infrastrutture e reti, opportunità per crescere”, interverranno il presidente di Ance Giovani Puglia, Luigi De Santis, il presidente dell'Osservatorio "I Costi del non fare" e ordinario di Economia e Gestione delle Imprese “Università Bocconi” Milano, Andrea Gilardoni, il presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto e il consigliere di amministrazione Anas e ordinario di Urbanistica dell’università “Mediterranea” di Reggio Calabria, Francesca Moraci.
La seconda sessione il cui tema è “Il rilancio del Mezzogiorno parte dal territorio”, sarà animata dagli interventi del vicepresidente nazionale Anci, Umberto Di Primio, dal sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, dal componente del Gruppo Giovani Ance Campania, Vincenzo Iennaco e dal presidente di "FareAmbiente", Vincenzo Pepe.
Nell'ultima sessione di lavoro dal titolo, “Infrastruttura è futuro”, previsti gli interventi del consigliere di amministrazione Società Aeroportuale Calabrese, Manlio Guadagnuolo, dell'assessore alla Logistica e al Sistema Portuale della Regione Calabria e ordinario di Progettazione dei Sistemi di Trasporto dell'università “Mediterranea” di Reggio Calabria, Francesco Russo e del presidente del consiglio nazionale Ingegneri, Armando Zambrano. 
Le conclusioni della giornata verranno affidate al presidente nazionale Ance Giovani, Roberta Vitale.

l.d./Labecom
Reggio Calabria, 10 luglio 2017

giovedì 6 luglio 2017

OPEN INNOVATION SUMMIT, ANCHE “MACINGO”
FRA LE OTTO STARTUP PIU’ INNOVATIVE

Daniele Furfaro
L’innovazione targata Reggio Calabria protagonista della due giorni dell’Open Innovation Summit 2017 ospitata a Saint-Vincent, in provincia di Aosta. Presente fra le otto startup chiamate ad illustrare la loro esperienza e il modello di business, “Macingo”, la giovane startup fondata nel cuore della Piana di Gioia Tauro che attraverso un’app si è imposta in modo “rivoluzionario” nel settore del trasporto merci.
Il grande evento di networking (organizzato da Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana) costituisce un autentico punto di riferimento di altissimo profilo per i più importanti player del settore digital, investitori, incubatori di idee, imprese e istituzioni. Tante le personalità che hanno preso parte alla manifestazione, presente fra gli altri anche Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo, il più grande tra gli azionisti di Intesa.
Al centro della due giorni sono stati posti alcuni fra i principali temi che interessano da vicino il mondo delle imprese e l’universo delle startup digitali, con particolare attenzione al quadro complessivo delle sinergie in grado di sviluppare prodotti e servizi innovativi.
Per Macingo si tratta di un nuovo, ulteriore, passo in avanti nel brillante percorso intrapreso nel 2014 e che in poco tempo l’ha resa la più grande community italiana di sharing dei trasporti di merce ingombrante. Il grande apprezzamento manifestato dai vari interlocutori incontrati in terra valdostana, testimonia l’efficacia e il carattere innovativo del modello d’impresa e di business proposto dalla startup reggina.
“Siamo molto soddisfatti - ha affermato Daniele Furfaro, Ceo di Macingo - per l’ottimo riscontro ottenuto in occasione dell’Open Innovation Summit. Questi momenti sono estremamente importanti per la nostra realtà che, passo dopo passo, sta compiendo un poderoso processo di rafforzamento all’interno del settore trasporti e logistica. La nostra testimonianza - ha concluso Furfaro - offre inoltre la misura tangibile di come l’imprenditoria giovanile reggina sia assolutamente capace di affrontare le sfide del mercato, della digital transformation, della ricerca e dello sviluppo di soluzioni efficaci e innovative”.
Grande apprezzamento è stato espresso, nei confronti del modello di business presentato da “Macingo” da Gabriele Ronchini, fondatore e amministratore delegato di Digital Magics. “Crediamo che “Macingo” - ha detto - rappresenti un esempio perfetto di cosa significhi la trasformazione di un’idea semplice ma innovativa in un progetto imprenditoriale vincente. Il fatto che questo modello venga dal Sud, inoltre, ritengo sia particolarmente significativo e dimostra che è assolutamente possibile colmare il gap tra le diverse aree del Paese. Occorre investire in cultura d’impresa e autoimprenditorialità – ha concluso Ronchini - attuando politiche in grado di creare le condizioni ideali per lo sviluppo e l’affermazione di un sano ecosistema dell’innovazione”.