domenica 9 agosto 2015

Edilizia, sottoscritto il Contratto collettivo integrativo di lavoro per i dipendenti delle imprese della provincia di Reggio Calabria

Francesco Siclari
E’ stato stipulato il Contratto integrativo provinciale del Contratto collettivo nazionale di lavoro (C.C.N.L.), per i dipendenti dalle imprese edili ed affini, valido nella provincia di Reggio Calabria per tutte le imprese del settore costruzioni e per i lavoratori da esse dipendenti. Il contratto è stato sottoscritto dai rappresentanti delle organizzazioni provinciali dei datori di lavoro e dei lavoratori aderenti alle associazioni firmatarie del contratto nazionale. Presenti per Ance Reggio Calabria, il presidente Francesco Siclari, il tesoriere Michele Laganà, il consigliere del direttivo, Paolo Foti, Antonio Ramirez e Antonino Tropea, direttore di Ance Reggio Calabria, tutti componenti della Commissione di studio sulla contrattazione decentrata integrativa di Ance Reggio Calabria.
I sindacati sono stati rappresentati dai vertici provinciali della Federazione dei lavoratori delle costruzioni (Flc), della Federazione nazionale lavoratori edili affini e del legno (Feneal-Uil), della Federazione italiana lavoratori costruzioni e affini (Filca-Cisl) e della Federazione italiana lavoratori del legno, dell’edilizia, industrie affini ed estrattive (Fillea-Cgil).
“Si tratta di un accordo equilibrato – ha dichiarato il presidente di Ance Reggio Calabria, Francesco Siclari – che ha quale caratteristica distintiva forte, il rinnovato e rafforzato investimento del sistema imprenditoriale per la sicurezza sul lavoro con il pieno supporto delle organizzazioni sindacali di settore”. Secondo Manuela Sainato, segretario generale Fillea Cgil Reggio Calabria – Locri, “il nuovo contratto rappresenta una boccata d’ossigeno per gli operai penalizzati dalla crisi, come tutte le fasce deboli”. Di risposta “responsabile ed efficace” ha poi parlato Luigi Veraldi, segretario regionale Fillea Cgil Gioia Tauro, evidenziando l’importanza di un accordo che “obbliga le parti a valutare azioni congiunte per il rilancio del settore”. Rafforzata la sicurezza dei lavoratori a detta di Nino Botta, segretario generale Filca Cisl, mentre per Gaetano Tomaselli, segretario generale Fenea Uil, “l’augurio è che si prenda esempio dal modello di relazioni del comparto edile anche per le più ampie dinamiche sociali ed economiche”.
Il contratto sottoscritto, fatte salve le specifiche statuizioni previste, decorre dall’1 luglio 2015 e resterà in vigore fino al 30 giugno 2017 e si intende prorogato automaticamente di anno in anno fino alla disdetta delle parti. Riguarda direttamente 4.789 lavoratori e 1.104 imprese del comparto edile della provincia di Reggio Calabria (dati 2014). L’accordo ha tenuto conto del momento critico per il settore dell’edilizia duramente colpito dalla crisi economica che ha ridimensionato gli organici e il numero delle imprese attive, anche a causa della contrazione della domanda pubblica e privata, nonché delle inefficienze da parte della pubblica amministrazione. 
Tale analisi ha indotto le parti sociali ad un atteggiamento di forte responsabilità reciproca che ha consentito di giungere ad un accordo equilibrato e in grado di coniugare le diverse esigenze delle imprese, dei lavoratori e delle loro istituzioni bilaterali, Cassa edile ed Ente scuola edile per la formazione e la sicurezza della provincia di Reggio Calabria.
I punti qualificanti del contratto integrativo sottoscritto riguardano la lieve diminuzione delle aliquote contributive complessive a carico dell’impresa, il rafforzamento degli enti paritetici e dell’impegno per la sicurezza sul lavoro, la determinazione dell’Elemento variabile della retribuzione (Evr) per il 2016 fissato al 4% dei minimi in vigore alla data del 1° luglio 2014, l’aumento delle indennità per attrezzi, indumenti di lavoro, trasporto, reperibilità, mensa e la revisione dei limiti territoriali ai quali è applicabile l’indennità di trasferta.

Ufficio stampa Ance Reggio Calabria
Labecom
Reggio Calabria, 9 agosto 2015

Nessun commento:

Posta un commento