domenica 12 luglio 2015

‘Tabularasa’, il ritmo di Tango Extremo travolge ed emoziona il pubblico

Gli olandesi Tanya Schaap e Sandor Kem con i calabresi Virginio Aiello e Ivano Biscardi si esibiscono a Reggio Calabria. In una gremita piazza Italia, il poliedrico concerto di tango, jazz e genere classico, è stato impreziosito anche da due composizioni originali. 

Piazza Italia a Reggio Calabria si trasforma in una balera sotto le stelle grazie al ritmo travolgente di Tango Extremo. Per la prima volta a Reggio Calabria, nell’ambito della kermesse ‘Tabularasa’ promossa da Giusva Branca e Raffaele Mortelliti, i musicisti olandesi con la passione del tango argentino si sono esibiti  incantando il pubblico reggino. Sul palcoscenico ad accompagnare Tanya Schaap al violino e Sandro Kem al contrabbasso, due componenti del gruppo cosentino Sertango Ivano Biscardi e Virginio Aiello, rispettivamente alla fisarmonica e al piano. Un incontro particolarmente fortunato tra l’Olanda e la Calabria sotto il segno di un genere musicale affascinante che, come ogni forma d’arte, è capace di un linguaggio universale. La sua poliedricità è il frutto della contaminazione di modalità espressive che spaziano dalla musica alla poetica e al ballo, e di un mix eloquente di generi diversi quali il jazz intriso di improvvisazione e il classico nobile eredità della cultura occidentale. Sulle celebri note di “Libertango” di Astor Piazzolla inizia il viaggio musicale proposto al pubblico reggino particolarmente entusiasta. Il polistrumentista e compositore argentino per eccellenza è stato omaggiato anche con una originale interpretazione della “Milonga del Angel”. Onore alla grande e intramontabile tradizione argentina con “Romance de Barrio” di Anibal Troilo,  “Milonga de mis amores” di Pedro Laurenz e con la “Nocturna” di Julian Plaza. Non sono mancate le indimenticabili melodie del panorama europeo con la “Chanson des vieux amants” del compositore e cantautore belga di lingua francese Jacques Brel e “La foule” della cantautrice francese Edith Piaf. Spazio anche al vivace e scoppiettante ritmo brasiliano con “Escorregando” di Ernesto Nazareth e alle sonorità uruguaiane de “La Cumparsita”, celebre partitura del musicista Gerardo Matos Rodriguez. Un repertorio di assoluto pregio impreziosito da due brani originali:  “Zarathustra” composto dal fisarmonicista cosentino Ivano Biscardi e “El silencio”, vibranti note composte dalla madre di Tanya Schaap, la pianista Hilga Mulder. “E’ sempre molto emozionate eseguire ‘El Silencio’, il brano scritto da mia madre, è per me un momento davvero speciale. Ero già stata in Calabria – ha raccontato la violinista Tanya Schaap – in particolare a Jacurso, in provincia di Catanzaro, due anni fa e torno volentieri qui come in Italia. In questo paese c’è una grande cultura del tango e ritrovo alcune atmosfere di Buenos Aires dove ci sono moltissimi italiani. Questo è il nostro ultimo concerto per ora in Italia. Con Ben van den Dungen (sassofono), Rob van Kreeveld (piano), Hans van der Maas (fisarmonica) e Alessio Bruno (contrabbasso) adesso ci dedicheremo ad un progetto di tango cubano e allo spettacolo ispirato al capolavoro classico ‘Matthäus-Passion’ di Johann Sebastian Bach, rivisitato sempre in versione tango. Da settembre  - ha concluso Tanya Schaap - saremo in tour in Cina e a Febbraio in Siberia e Russia”.
“E’ stata una bellissima esperienza e anche il pubblico di Reggio – ha commentato Vincenzo Aiello –  ha dato una risposta straordinaria. Con Tanya e Sandor si è creata subito un’alchimia fortissima, in armonia con il nostro modo di interpretare e suonare il tango. Con me al piano e all’organo hammond, strumento non comune  per eseguire musiche di tango, con Ivano Biscardi alla fisarmonica, Bruno Aloise alla chitarra e Corrado Aloise alla batteria, anche l’ensemble cosentina Sertango è in tour con un disco appena uscito che contiene rivisitazioni di brani celebri e anche nostre composizioni. Tra queste ‘Zarathustra’ eseguita stasera e che Tango Extremo ha apprezzato al punto da volerla inserire nel suo repertorio. Siamo molto soddisfatti e speriamo in collaborazioni future”. Dopo la tappa a Cosenza della sera prima, l’esordio a Reggio Calabria è stato per Tango Extramo l’ultimo appuntamento di questo nuovo giro in Italia. In attesa del prossimo tour nello Stivale che certamente non tarderà ad arrivare.

a.f./Labecom
Reggio Calabria 12 luglio 2015 

Nessun commento:

Posta un commento