mercoledì 20 agosto 2014

Ex campo Coni, il presidente del Cip Calabria Tito Messineo: “Vicenda incresciosa, attendiamo proposte concrete dai candidati”


“Dio solo sa quanto ci sia bisogno di attenzione per lo sport da parte delle istituzioni e della politica. Ancor più se si parla dell’universo della disabilità. Ben vengano quindi gli interventi di chi vorrebbe avanzare soluzioni per migliorare le condizioni delle strutture sportive. Attendiamo proposte”. Il presidente regionale del Comitato italiano paralimpico, Tito Messineo, sollecita “una fattiva partecipazione del mondo politico-istituzionale alle sorti dello sport. Le vicende cittadine, a cominciare da quella davvero incresciosa dell’ex campo Coni, impongono una presa di coscienza e un’assunzione di responsabilità da parte di tutti, a cominciare dalla politica che finora ha latitato. Il tema dello sport per disabili è spesso al centro dei dibattiti ma sul piano operativo si fa poco, soprattutto al Sud. Dall’abbattimento delle barriere architettoniche alla realizzazione di strutture pienamente accessibili, dalle facilitazioni per l’acquisto di costose attrezzature tecniche alla formazione di dirigenti e tecnici, sono numerosi gli ambiti in cui dovrebbe spaziare l’azione della politica e degli enti territoriali. La giunta regionale del Coni presieduta da Mimmo Praticò, in questi anni, si è fatta carico di risolvere molti problemi sopperendo alle mancanze di chi invece sarebbe stato istituzionalmente preposto a occuparsi del nostro settore. In quest’ultimo periodo dobbiamo dare atto solo all’Amministrazione provinciale di Reggio Calabria di essere stata presente e vicina al mondo dello sport e al Comitato regionale paralimpico. Ciò che è importante – conclude il presidente del Cip calabrese – è fare delle proposte concrete che guardino al futuro. Non è più possibile rifugiarsi dietro slogan che tutto fanno fuorché sciogliere i nodi ancora esistenti”.

Labecom

Reggio Calabria, 20 agosto 2014

Nessun commento:

Posta un commento