giovedì 3 aprile 2014

Start up e competitività, Confindustria Giovani rilancia lo sportello “ImprendiReggioCalabria”

L’aula magna dell’Università Mediterranea ha ospitato l’incontro dedicato all’avvio di nuove imprese nel territorio calabrese. L’iniziativa si colloca nell’ambito del ricco calendario di appuntamenti della manifestazione “Panorama d’Italia”, promossa dal settimanale edito da Mondadori, che ha preso il via da Reggio

Il tavolo del convegno
Idee innovative che traggano ispirazione da bisogni reali assicurando continuità, accesso alle risorse da investire, capacità di fare impresa, competitività, know-how nel settore dell’high tech e dell’economia digitale. Sono questi gli step che i giovani calabresi, che vogliono fare impresa, sono chiamati a  compiere.
In questa ottica Confindustria Giovani, guidata dal presidente Angelo Marra, ha già attivato lo sportello “ImprendiReggioCalabria”.  Lo strumento, a servizio dei giovani aspiranti imprenditori dell’area dello Stretto, è stato illustrato in occasione dell’incontro dedicato alle opportunità, esistenti nella nostra regione, per l’avvio di una nuova attività.
“Nel nostro ruolo di facilitatori – ha evidenziato Marra -  sensibilizziamo i giovani, nelle scuole e nelle università, circa la possibilità di realizzare un’idea di impresa con il supporto gratuito dello sportello allestito presso la sede di Confindustria Reggio”. 
Un messaggio di ottimismo, dunque, inviato proprio dall’aula magna dell’ateneo reggino nell’ambito dell’iniziativa inserita nel ricco calendario di appuntamenti  di “Panorama d’Italia, dieci buoni motivi per credere nel futuro del nostro paese”, autentico viaggio dentro lo Stivale partito proprio da Reggio Calabria.
“La Start up - ha spiegato il direttore di Panorama, Giorgio Mulè, che ha anche moderato l’incontro -  è il seme da cui può nascere l’impresa ed è anche uno dei temi cruciali della nostra manifestazione”. 
Sotto i riflettori il volto della Calabria che produce e realizza idee vincenti. Francesco Antonio Amoroso, cofondatore di Calbatt (Calabria Batterie) ha riferito della genesi dal basso della sua società, con sede a Rende nel cosentino, che si occupa di efficientare i processi di ricarica delle batterie, di supporto alle applicazioni sia di fonti rinnovabili che di mobilità elettrica, sui quali sta investendo il colosso Enel.
Coldiretti Reggio Calabria, con il presidente Giuseppe Napoletano, ha poi posto un accento incoraggiante sul progetto Giovani Impresa, finalizzato ad incentivare nuova progettualità nel mondo agricolo e rurale. E’ stato inoltre ricordato che è in aumento il numero di giovani che scelgono di laurearsi in Agraria e che a Rosarno, nel reggino, gli studenti dell'Istituto professionale per l'Agricoltura e lo Sviluppo rurale hanno vinto l’Oscar Green 2013 per l’impiego dell’olio di oliva in prodotti di cosmesi. 
Angelo Marra presidente
Confindustria Giovani Reggio Calabria
Esperienze positive, prezioso antidoto al disfattismo endemico del Sud, incastonate nell’ambito dell’illustrazione di imponenti iniziative messe in campo da IB&II, IBM ed Invitalia per sostenere le start up di imprese, creare ricchezza e favorire occupazione anche in Calabria. Ad illustrarle, rispettivamente, Fernando Napoletano (in collegamento via Skype), Giuseppe Ravasi e Domenico Arcuri che ha illustrato il progetto Smart Start. L’iniziativa, rivolta proprio alle regioni del Sud, ancora dispone di ingenti capitali da investire a fronte di progetti presentati senza doversi costituire preventivamente in società e dunque senza dover investire denaro prima del finanziamento. Uno spazio dedicato alla start up è anche ritenuto strategico nell’ambito dell’Expo 2015 a Milano, come riferito da Alberto Mina, direttore Relazioni esterne ed Istituzionali del Padiglione Italia.  “Il nostro sportello consente di calare nel territorio – ha spiegato Angelo Marra, concludendo i lavori – tutte le opportunità di finanziamento oggi illustrate, attraverso servizi di consulenza e formazione al fine di alimentare lo spirito di iniziativa e favorire l’autoimpiego”. 

Ufficio stampa Confindustria Reggio Calabria
a.f./Labecom
Reggio Calabria, 3 aprile 2014

Nessun commento:

Posta un commento