lunedì 24 marzo 2014

Settant’anni di Confindustria Reggio Calabria “La storia costruisce il futuro”

Presentate in conferenza stampa le iniziative per l’anniversario della costituzione dell’Associazione degli Industriali. Il nuovo logo e la partnership con la Soprintendenza. L’annullo filatelico. I Bronzi “testimonial” dell’industria reggina. Per il presidente Cuzzocrea “il passato deve dare gli stimoli per guardare all’avvenire con fiducia”


Sono state presentate questa mattina, nella sede di Confindustria Reggio Calabria, le iniziative che si terranno nei prossimi mesi per celebrare il settantesimo anniversario della costituzione dell’Associazione degli Industriali.
Alla conferenza stampa hanno preso parte il presidente Andrea Cuzzocrea e alcuni componenti del direttivo: il vicepresidente vicario Valerio Berti, il presidente di Ance Francesco Siclari, il presidente del gruppo Giovani imprenditori Angelo Marra e il presidente della sezione Turismo Giuseppe Nucera. Nel corso dell’incontro con gli operatori dell’informazione sono state illustrate tutte le manifestazioni programmate per sottolineare la ricorrenza di quest’anno.
Il primo evento si è già svolto il 21 marzo scorso, con l’appuntamento organizzato nell’ambito dello sportello “ImprendiReggioCalabria” e intitolato “Visioni mediterranee, nuovi progetti per nuove imprese”. La scelta di iniziare, nel primo giorno di primavera, con un incontro del gruppo Giovani Imprenditori non è stata casuale ma proprio ispirata dalla volontà di creare un unico filo conduttore che, partendo dalla storia di Confindustria Reggio, proietti l’azione degli industriali verso il futuro.
Ed è proprio questo il significato del claim ideato per accompagnare il logo speciale di Confindustria che sarà utilizzato quest’anno e che è stato “svelato” ieri: “La storia costruisce il futuro”.
Nel mese di aprile, i settant’anni dell’Associazione degli Industriali saranno al centro di una trasmissione speciale, ricca di contributi del passato e del presente, che andrà in onda su un’emittente televisiva locale.
All’inizio di maggio sarà rinsaldato il rapporto tra Confindustria e le scuole che operano sul territorio in un’occasione che non servirà solo per premiare gli istituti più attivi nel rapporto con il tessuto produttivo della nostra provincia ma anche per varare le partnership con il mondo dell’istruzione e i progetti per il futuro.
A giugno Confindustria Reggio celebrerà la sua assemblea annuale, prima in forma privata, poi aperta al pubblico, con la relazione del Presidente sull’attività dell’associazione e sullo stato dell’economia del territorio.
È inoltre in fase di progettazione un Premio di Studio, da promuovere con l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, finalizzato a riconoscere il valore dell’impegno di uno studente dell’ateneo reggino che si sarà particolarmente distinto nella realizzazione di un progetto accademico, in grado di incidere positivamente anche per il mondo dell’imprenditoria reggina.
Nei prossimi mesi sarà inoltre lanciato e realizzato “Industriamoci day”, un nuovo ‘patto’ tra il mondo della scuola e quello dell’industria reggina che aprirà le sue porte ai ragazzi.
Nel mese di novembre, il momento conclusivo e più alto dell’intero programma prevede un grande evento che richiamerà a Reggio nomi di primo piano del sistema Confindustria, del mondo politico-istituzionale e del giornalismo economico.
“Gli industriali reggini hanno tagliato un traguardo importante – ha affermato, nel corso della conferenza stampa, il presidente Cuzzocrea –. È per questo che un gruppo di lavoro ha operato intensamente per mettere a punto una serie di iniziative che, soprattutto dal punto di vista simbolico, siano in grado di esaltare il valore dell’industria reggina per questo territorio”.
Per l’ingegnere Cuzzocrea, “il settantesimo anniversario della costituzione dell’associazione cade in un momento storico di perdurante e grave crisi, ma al tempo stesso una fase in cui Confindustria, soprattutto a Reggio, è tornata ad assumere un ruolo forte, di guida non solo economica ma anche politico-sociale in città e in provincia. Non c’è migliore modo per festeggiare questo prestigioso traguardo che assumere la consapevolezza di quel che abbiamo fatto nel corso di questo anno e mezzo, in cui l’associazione che ho l’onore di presiedere è diventata uno straordinario punto di riferimento per una comunità disorientata ma comunque ricca di risorse umane, professionali e imprenditoriali. È da queste che dobbiamo ripartire per costruire il futuro della città”.
Il presidente di Confindustria Reggio ha spiegato poi di “attribure un grande valore allo slogan ‘La storia costruisce il futuro’. Fermandoci a rileggere il passato di questa associazione  – ha concluso – abbiamo tratto energia e stimoli per guardare con fiducia e rinnovato impegno all’avvenire del nostro territorio”.
Durante la conferenza stampa, è stato annunciato un annullo filatelico delle Poste e si è rivolto un particolare ringraziamento alla soprintendente ai Beni archeologici della Calabria, Simonetta Bonomi. Quest’ultima ha dimostrato una particolare attenzione e sensibilità verso Confindustria, al punto che nei prossimi mesi il Nuovo museo archeologico di Reggio sarà coinvolto in un evento celebrativo per i settant’anni dell’associazione. E grazie alla disponibilità della soprintendente, è stato possibile ottenere la concessione dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo per l’utilizzo dei Bronzi di Riace nei documenti ufficiali. “Così i Guerrieri sono diventati gli straordinari testimonial di Confindustria – è stato detto nel corso della conferenza stampa – e gli industriali avranno l’onore di promuovere, nel loro piccolo, l’immagine di queste straordinarie opere d’arte in Italia e nel mondo”.

Ufficio Stampa Confindustria Reggio Calabria
g.l./Labecom
Reggio Calabria, 24 marzo 2014

Nessun commento:

Posta un commento