venerdì 28 marzo 2014

Hamilton e Ponticiello: "Ad un passo dalla salvezza"

Ashley Hamilton e Francesco Ponticiello
REGGIO CALABRIA – Penultima partita casalinga per la Viola che domenica alle ore 18.00 al “PalaMaiata” di Vibo Valentia affronterà  Firenze. Per parlare del delicato match, in conferenza stampa, oggi pomeriggio al “Pianeta Viola” erano presenti il coach Francesco Ponticiello e il giocatore Ashley Hamilton.
“La partita di domenica – ha dichiarato l’allenatore neroarancio -  è molto delicata. A quattro giornate dalla fine del campionato ritrovarsi con la salvezza ad un passo, nonostante i problemi legati all’impiantistica sportiva da un lato e alla giovane età della compagine dall’altro,  è sicuramente fonte di motivazione. Sappiamo che contro Firenze possiamo agguantare il primo obbiettivo stagionale, e siamo determinati ad ottenerlo. I toscani hanno una caratura tecnica in netto contrasto con la posizione di classifica. È una squadra che ha cambiato l’allenatore, molte pedine del roster e vanta due giocatori di elevata qualità come Young e Rancic. L’impegno che dobbiamo mettere in campo per fare nostri i due punti, e con essi la salvezza, dovrà essere straordinario. So che i miei ragazzi trasformeranno la delusione derivata dalla  sconfitta contro Treviglio in grinta per battere Firenze. Ricordando che dobbiamo giocare coralmente ed essere sempre lucidi e fiduciosi ”.
“Sarà una gara molto importante – ha affermato Hamilton  - per il “premio” in palio e molto difficile per la qualità dell’avversario che ci troveremo di fronte. Siamo fortemente motivati, vogliamo giocare bene e conquistare l’ aritmetica salvezza. Domenica scorsa siamo stati un po’ sfortunati e non siamo riusciti a far circolare la palla come siamo soliti fare.  A Reggio Calabria mi trovo benissimo. Tutti mi hanno accolto con grande entusiasmo. La società, il coach e i miei compagni sono sempre disponibili ed io spero di ricambiare costantemente la loro fiducia. È il mio primo anno da professionista ed è una grossa opportunità che mi potrà esser utile per ottimizzare il mio futuro. Gioco a basket  da quando avevo 16 anni e non nascondo che il mio sogno è arrivare in NBA. Ogni volta che scendo in campo – ha concluso l’ala neroarancio -  lo faccio con lo scopo di vincere e sono contento che mi viene riconosciuto quello che di buono so fare. Essere inserito quasi ogni settimana nella Top ten della lega per me è un onore”.



Venerdì 28 marzo 2014 
a.c./Labecom 
Ufficio Stampa Viola Reggio Calabria 

Nessun commento:

Posta un commento