martedì 11 marzo 2014

“Giornata reggina della Cultura”, Confindustria risponde presente

Convinta adesione degli imprenditori locali all’iniziativa promossa dalla Provincia di Reggio in programma il 15 marzo. Per l’occasione il salone conferenze di via del Torrione ospiterà lo spettacolo del teatro dei Semplici “Quasi una favola. La Calabria di Fortunato Seminara”

Andrea Cuzzocrea presidente di Confindustria Reggio Calabria
C’è anche Confindustria Reggio Calabria nel ricco itinerario che animerà la “Giornata reggina della Cultura” in programma sabato 15 marzo. Alle ore 19, infatti, il teatro dei Semplici allestirà nel salone conferenze di via del Torrione lo spettacolo ispirato al romanzo “Quasi una favola” dello scrittore originario di Maropati, Fortunato Seminara. 
“L’apertura alla cittadinanza della nostra sede – afferma Andrea Cuzzocrea, presidente degli Industriali reggini – rappresenta il contributo tangibile del tessuto produttivo locale alla brillante iniziativa promossa dal presidente della Provincia, Giuseppe Raffa e dall’assessore alla Legalità e alla Cultura dell’ente, Eduardo Lamberti Castronuovo. Crediamo fortemente – prosegue Cuzzocrea – nella possibilità, che scaturisce da questi momenti, di risvegliare l’orgoglio della comunità e il senso d’appartenenza verso questa terra, culla della Magna Grecia e patria di scrittori, artisti e musicisti di altissimo spessore come Fortunato Seminara, Corrado Alvaro, Mattia Preti, Francesco Cilea. Per questo – spiega il presidente degli Industriali - abbiamo accolto senza esitazioni l’invito lanciato dell’assessore Lamberti Castronuovo che con il consueto entusiasmo e in un’ottica di ampio e fattivo coinvolgimento di tutte le energie positive della città, ha voluto condividere con il mondo dell’impresa i contenuti più autentici di un progetto in grado di esaltare e veicolare nel migliore dei modi il valore del binomio cultura-legalità. Binomio di cui lo stesso assessore Lamberti Castronuovo è grande sostenitore attraverso iniziative finalizzate al confronto, al dialogo e allo scambio di idee ed esperienze. Un approccio operativo che condividiamo pienamente e, sono convinto, i reggini sapranno cogliere questa opportunità, partecipando numerosi a questo importante appuntamento. Si tratta, tra le altre cose, di una tappa fondamentale di un percorso di riscatto che - sottolinea il presidente di Confindustria Reggio -  potrebbe fungere da stimolo anche per una nuova capacità imprenditoriale e produttiva al servizio della conoscenza, della promozione e della valorizzazione della storia, delle personalità, delle opere e dei luoghi della nostra cultura. Questo evento ha il pregio di porre tutto ciò al centro in quanto risorse, invitando concretamente e riscoprire il prezioso ruolo dell'economia dei beni culturali nel più ampio progetto di crescita e sviluppo della nostra terra. Un contesto socio – economico sofferente come quello reggino - prosegue il presidente Cuzzocrea -  può e deve trarre nuova linfa da itinerari culturali di ampio respiro che esso stesso è pienamente in grado di esprimere. Il plauso per questo progetto va esteso - conclude il presidente di Confindustria Reggio - anche alla sinergica ed opportuna apertura all’altra città dello Stretto, Messina, da tempo interlocutrice privilegiata di Confindustria Reggio nel quadro più ampio di conurbazione imprenditoriale e produttiva”.

Ufficio stampa Confindustria Reggio Calabria
a.f./Labecom
Reggio Calabria, 11 marzo 2014

Nessun commento:

Posta un commento